terreno acido

Terreno acido: come correggere il PH

Correggere un terreno acido, a volte, può essere necessario. Il PH del terreno, infatti, è un aspetto molto importante per tante colture. Giusto per fare qualche esempio piante come asparagi, piselli, tulipani, non possono crescere su un terreno troppo acido. In questo articolo vediamo come alzare il PH del nostro terreno con ingredienti naturali e in poco tempo.

Misurare il PH del Terreno

Quando ci si trova a dover correggere un terreno dal PH troppo acido, la prima cosa da fare, ovviamente, è quella di andare a fare una misurazione preventiva del PH del terreno che andremo a trattare. Per effettuare questa misurazione, sono disponibili appositi kit, facilmente reperibili anche online, grazie ai quali, in pochi minuti, potremo avere una misurazione accurata del livello di acidità del suolo. Ricordiamoci, quando misuriamo il PH del nostro terreno che, la misurazione, andrà effettuata in più punti. Questo ci permetterà di avere un quadro della situazione più chiaro. Un altro aspetto da tenere in considerazione prima di procedere con la misurazione del PH del suolo è quello che, quest'ultima, deve essere eseguita dopo l'eventuale concimazione. Questo perché, i fertilizzanti, sia organici che di sintesi, hanno il potere di far variare il PH del suolo.

Correzione del PH del suolo

Aumentare il PH di un terreno troppo acido, è un obiettivo che può essere perseguito miscelando al terreno varie sostanze alcalinizzanti. La scelta del giusto additivo sarà fatta in base alle esigenze personali e alle dimensioni del terreno da trattare.

Calcite: La calcite è un materiale del tutto naturale che può essere aggiunto al terreno senza timore. La quantità di calcite da mescolare al suolo per innalzarne il PH dipenderà dal livello di acidità dello stesso. Andremo ad aggiungere la calcite al suolo mescolandola bene con un motocoltivatore e a eseguire misureremo il  PH fino a quando il valore non sarà quello da noi desiderato.

Calce idrata: La calce idrata è una soluzione composta da acqua e calce viva. È sicuramente il metodo più veloce per alzare il PH del terreno ma se si eccede con le dosi ci si può ritrovare con un terreno troppo alcalino. Se si decide di utilizzare la calce idrata per correggere un terreno troppo acido, bisognerebbe procedere con cautela, aggiungendo la calce idrata a piccole dosi, mescolandola bene al terreno ed eseguendo delle misurazioni intermedie del PH del suolo. Bisognerà fare attenzione anche al fatto che, la calce idrata è molto corrosiva, quando la si usa, bisogna prestare la massima attenzione e indossare indumenti protettivi, maschera antipolvere, stivali, guanti e occhiali.

Cenere di legno: Se l'area che desideriamo trattare non è troppo estesa, possiamo pensare di utilizzare anche semplice cenere di legno ma dovremo assicurarci che la cenere che stiamo utilizzando provenga da legno non trattato. La cenere di legno, oltre ad aumentare il PH del suolo, ne innalzerà anche i livelli di potassio, sostanza di fondamentale importanza per la crescita delle piante, motivo per il quale, la cenere di legno è utilizzata fin dall'antichità come concime naturale. Vuoi saperne di più? Leggi l'articolo dedicato all'uso della cenere come fertilizzante.