Cetrioli

Come coltivare i cetrioli

Il cetriolo, è un ortaggio molto diffuso negli orti domestici trattandosi di una pianta abbastanza facile da coltivare. Fa parte della famiglia delle cucurbitacee parente stretto del melone e non richiede, per la sua coltivazione, molto spazio trattandosi di una pianta rampicante che può essere coltivata in verticale con l'ausilio di supporti. Vediamo allora come coltivarla al meglio nel nostro orto domestico.

 

Clima e terreno ideali per la coltivazione dei cetrioli

Il cetriolo è una pianta che si adatta abbastanza bene a quasi tutti i tipi di terreno. Quello di cui però non può fare a meno è l'umidità. Il cetriolo infatti, è una pianta che ama molto l'acqua. L'ideale sarebbe coltivarla su un terreno ricco di sostanze nutritive ed esposto al sole, il quale, sarà mantenuto costantemente umido. Per quel che riguarda il clima invece, il cetriolo, necessità di temperature elevate e tema il gelo. Questo le fa un ortaggio tipicamente estivo.

Prima di passare alla semina, sarà assai importante procedere con una corretta lavorazione del terreno. Effettueremo Allora un'abbondante concimazione di fondo e una profonda vangatura. Quest'ultima, servirà a rendere il terreno drenante. Anche il cetriolo, infatti, pur essendo una pianta che ama l'acqua, soffre dei ristagni.

Semina del cetriolo

Il cetriolo può essere seminato direttamente nell'orto oppure in semenzaio. Ciò che dobbiamo tenere a mente e che la pianta soffre le basse temperature, quindi, se decidiamo di seminare direttamente in campo aperto, dobbiamo attendere che la temperatura si sia stabilizzata al di sopra dei 15 gradi. Stesso discorso vale nel caso in cui decideremo di trapiantare le piantine precedentemente seminate in semenzaio. Anche in questo caso, dovremmo attendere che la temperatura esterna si sia stabilizzata al di sopra dei 15 gradi.

Se decidiamo di seminare in semenzaio, la semina va fatta da febbraio e aprile; se decidiamo di seminare direttamente nell'orto, invece, la semina andrà fatta da aprile a giugno.

I cetrioli, vanno seminati in file, distanti le une dalle altre almeno un metro, lasciando dalle piante all'interno della stessa fila almeno 50 cm di distanza.

Coltivazione dei cetrioli guida passo passo

Quando si coltivano i cetrioli, bisogna prestare particolare attenzione all'impollinazione. Esistono Infatti delle varietà autofecondanti ed altre che invece producono soltanto fiori femminili. In quest'ultimo caso, dovremmo associare delle altre varietà da polline.

Un altro aspetto fondamentale coltivazione del cetriolo, e la corretta irrigazione. Come abbiamo già detto, si tratta di una pianta che necessita di molta acqua. Bisognerà mantenere il terreno costantemente umido, senza però andare a creare dei ristagni. Anche brevi periodi di aridità, possono danneggiare il raccolto rendendolo vuoto o amaro, quindi, prestiamo attenzione e manteniamo il terreno costantemente umido. A tale scopo, torna utile la pacciamatura. Questa pratica, permette di riduce l'evaporazione dell'acqua dal terreno e permette di irrigare meno frequentemente. La pacciamatura, inoltre, rende la vita difficile alle erbe infestanti ed evita di perdere tempo nel loro contrasto.

Come potare la pianta di cetriolo

Quando si coltivano i cetrioli, potare le piante, può tornare utile per accelerare l'entrata in produzione e di indirizzare le energie della pianta verso un minor numero di frutti dalla pezzatura più grande. Le piante di cetriolo, vanno cimate tagliando il fusto principale al di sopra della quinta foglia.

Coltivare i cetrioli in verticale

Coltivare cetrioli in verticale, può essere una buona idea per risparmiare spazio. Questa tecnica di coltivazione, inoltre, favorirà l'impollinazione dei fiori e quindi garantirà un maggiore raccolto. Per coltivare i cetrioli in verticale, dovremo utilizzare dei supporti come Pali tra cui faremo passare dei fili oppure delle reti. Una buona idea, può essere quella di coltivare i cetrioli lungo il perimetro dell'orto, nel caso in cui vi fosse una recensione fatta con delle reti o altri supporti su cui la pianta di cetriolo può arrampicarsi.

Come coltivare i cetrioli in vaso

Possiamo coltivare i nostri cetrioli anche sul balcone all'interno di un vaso. Dovremo assicurarci di scegliere un'area ben esposta al sole è utilizzare un contenitore abbastanza grande, il quale, andrà riempito con terriccio arricchito da compost e predisposto al drenaggio a fondo vaso. Nella coltivazione in vaso sarà obbligatorio coltivare la pianta in verticale predisponendo degli appositi supporti.

Raccolta dei cetrioli

Il cetriolo, è un ortaggio che va Mangiato acerbo, quindi, può essere raccolta in qualsiasi fase di maturazione. Quello che non dobbiamo fare, e lasciare invecchiare frutto sulla pianta, facendolo diventare giallognolo. In questa fase ormai il cetriolo, non è più buono da mangiare. L'ideale sarebbe raccogliere i cetrioli quando raggiungono la dimensione di circa 20 cm. Teniamo Inoltre a mente che, esattamente come avviene per le zucchine, una raccolta costante e regolare dei frutti, stimola la pianta di cetriolo a produrre di più.
In genere, le piante di cetriolo, iniziano a dare frutti da inizio estate fino all'autunno. La pianta cessa di produrre con l'arrivo dei primi freddi.