Biete da costa

Come coltivare le bietole

Coltivare la bietola nell'orto non è difficile e ci permette di avere a disposizione un'ottima verdura ricca di ferro e vitamine per i nostri piatti. In questo breve articolo andiamo a vedere come coltivare la bietola, come preparare il terreno prima della semina, quando piantarla, quando raccoglierla e molto altro. Iniziamo!

 

Terreno

Quando si coltiva la bietola, l'accurata scelta e l'adeguata preparazione del terreno, sono di fondamentale importanza per ottenere un buon raccolto. La bietola, necessita di terreni ben esposti al sole e che non diano luogo alla formazione di ristagni d'acqua. Per prima cosa quindi, individueremo un angolo dell'orto che riceva luce solare in abbondanza. Passeremo poi alla lavorazione del terreno. Dovremo lavorarlo con cura fino a una profondità di almeno 40 cm. La lavorazione profonda in genere è sufficiente a favorire un buon drenaggio del terreno ma, se ci troviamo a coltivare le bietole su terreni particolarmente argillosi, potrebbe non essere sufficiente. In questi casi, si può ovviare al problema creando delle aiuole rialzate con dei canali di scolo. In questo modo, l'acqua in eccesso scivolerà lontano dalle radici delle piante. Parliamo adesso di concimazione, la bietola, necessita di un terreno fertile e particolarmente ricco di azoto. Può essere allora un'ottima idea seminare le bietole subito dopo aver coltivato sul terreno delle leguminose come, per esempio le fave. Come è risaputo, le leguminose, catturano l'azoto dall'aria e lo concentrano nel terreno rendendolo più fertile per le colture successive. Possiamo anche mescolare al suolo del compost maturo che possiamo autoprodurre, ecco come fare.

Semina

Dopo aver preparato a dovere il terreno, potremo passare alla fase successiva: la semina. La bietola, può essere seminata a partire da marzo fino ad agosto. La semina può essere fatta direttamente nell'orto trattandosi di piante che attecchiscono facilmente e dotate di un seme abbastanza grande. Le giovani piantine, emergeranno dal terreno dopo circa 10 giorni.

I semi vanno disposti in file, lasciando tra una fila e l'altra almeno 50 cm di spazio. All'interno della stessa fila, invece, i semi andranno interrati a una distanza minima di 25 cm.

Coltivazione

Coltivare la bietola non è molto impegnativo, tutto ciò che questa coltura richiede per crescere al meglio sono annaffiature e sarchiature regolari. Delle frequenti sarchiature, sono importanti per mantenere il terreno ben ossigenato e contrastare le erbe infestanti. Se non si vuole sarchiare, si può pacciamare con del fieno o con dei teli.
Per quel che riguarda l'irrigazione, la bietola ha bisogno di essere annaffiata di frequente per sviluppare bene le foglie. Le irrigazioni dovranno essere frequenti ma non troppo abbondanti e si dovrebbe sempre evitare di bagnare le foglie e di irrigare nelle ore più calde della giornata.

Raccolta

La bietola, può essere raccolta in due modi: staccando le foglie esterne per un consumo frequente oppure tagliando tutto il cespo alla base. In entrambi i casi, la pianta emetterà nuove foglie.